CAMBOGIA: Un passato glorioso e un presente difficile

La vera scoperta di questo viaggio in estremo oriente è stata la Cambogia: un paese oggi, escluse le rovine di Angkor, lontano dal turismo internazionale. Ebbene sì nel mondo questo paese è conosciuto esclusivamente per ciò che rimane dell'antico impero Khmer ed indubbiamente il sito archeologico di Angkor non tradisce le attese: è uno di quei luoghi che merita di essere visitato. Ma è anche "obbligatorio" visitare a Pnhom Penh S-21 il liceo trasformato in luogo di tortura durante la dittatura dei Khmer rossi. Però la Cambogia più autentica è quella dell'entroterra, quella degli uomini comuni, quella che si affannano quotidianamente per sopravvivere, quella che si intravede nei volti di coloro che vivono sulle rive del Mekong. La realtà di un paese "stritolato" tra la Thailandia ed il Vietnam che fatica ad andare avanti. E' questa autenticità, ancora poco conosciuta, che mi ha impressionato.

Itinerario: