LA FOTOGRAFIA MACRO

Spesso trascuriamo tutto ciò che ci circonda quotidianamente. Siamo poco abituati ad osservarci intorno e soprattutto non ci rendiamo conto come una diversa prospettiva delle cose può trasformare completamente la realtà che riteniamo di conoscere. Ci sono molti fotografi, sia dilettanti che professionisti, che prima di scattare "vedono" con i propri occhi e poi con la macchina fotografica. Nella ricerca dell'immensamente piccolo non è sempre così: per rendersi conto di ciò che si sta scattando bisogna osservare spesso attraverso obiettivi fotografici particolari (detti macro) che ti consentono di osservare le cose nei minimi particolari.
I risultati sono incredibili e spesso entusiasmanti. Quindi, la fotografia dell'immensamente piccolo impone innanzi tutto l'acquisto di un obiettivo macro possibilmente di alta qualità (f:2,8mm). E' necessario, inoltre, un cavalletto dimensionato soprattutto in presenza di soggetti in movimento. La difficoltà maggiore è, senza ombra di dubbio, la messa a fuoco.
Lo scatto che vi presento è stata una delle prime esperienze di fotografia macro ed è stato effettuato a mano libera con una Nikon D80 con obiettivo Nikon 105 mm macro VR f: 2,8mm.