Francia - Andorra - Portogallo - Spagna

PORTOGALLO: Obidos

Cittadina certamente da visitare perchè molto raccolta e peculiare. La cinta di mura che la circonda percorribile a piedi e sconsigliabile per bambini e persone che soffrono di vertigini in quanto è priva di qualsiasi recinzione con un accesso libero e non controllato. Le piccole viuzze che la attraversano sono piene di botteghe di artigiani e di ristoranti molto caratteristici.

PORTOGALLO: Sintra

Località inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità, Sintra è soprattutto conosciuta per l'omonimo palazzo nazionale con i suoi caratteristici enormi camini di forma conica. Tale costruzione l'ha resa famosa in tutto il mondo caratterizzandola in maniera indelebile. La città è inoltre dominata dal castello dos Mouros costruito dagli Arabi.

PORTOGALLO: Cabo da Roca

La punta più occidentale del continente europeo è da visitare soprattutto come semplice curiosità (nel senso che si potrà dire "io ci sono stato"). Di fatto, però, il luogo non può definirsi una vera e propria attrazione turistica. Dalla costiera frastagliata si può osservare l'immensità dell'Oceano Atlantico

PORTOGALLO: Tomar

Continuiamo il nostro viaggio nel cuore del Portogallo per visitare Tomar. Il castello dei templari che domina la città è il cuore del centro storico. Ciò favorisce certamente la visita di tale località perchè consente una tempistica relativamente breve per avere un quadro d'insieme. Fotograficamente parlando non banali gli scatti degli interni la cui ampiezza sconsiglia l'uso di flash a favore del cavalletto (in alternativa una mano molto ferma).

PORTOGALLO: Fatima

Fatima non era una meta che avevamo scelto nel nostro itinerario ma alla fine abbiamo deciso diversamente e la scelta, almeno dal punto di vista fotografico, è stata vincente; infatti questi scatti, che hanno usufruito di una "luce" eccezionale (alba/tramonto), mi hanno permesso di "fotografare" alcuni degli aspetti più particolari della religione cattolica. Sono convinto che Karl Marx avesse ragione quando affermava che la religione è l'oppio dei popoli.

PORTOGALLO: Batalha

Il monastero di Batalha merita senza ombra di dubbio di essere visitato. Molto particolari sono le tombe di re Giovanni I e della regina Philippa di Lancaster site nella Cappella del Fondatore e la Cappella incompiuta che appunto è a cielo aperto a testimonianza che i lavori non vennero mai terminati.

PORTOGALLO: Alcobaca

Nel nostro itinerario verso il sud del Portogallo fermata obbligatoria è certamente Alcobaca per visitare l'omonimo Monastero. Molto particolari e certamente di grande pregio architettonico sono le tombe reali, site nella chiesa, di Pietro I del Portogallo e della moglie Ines de Castro. Una leggenda popolare narra che Pietro I, a seguito della morte della moglie per ordine del padre, ordinò che le sue spoglie fossero trasferite ad Alcobaca facendola incoronare regina e costringendo i membri della corte a baciarle la mano anche se il corpo fosse già in stato di decomposizione.

PORTOGALLO: Coimbra

Anche se solo di passaggio abbiamo visitato questa città nota soprattutto per la sua Università fondata nel 1290. L'orografia di questa località è molto particolare perchè è un continuo di strade strette, vicoli, scalinate spesso pavimentate con ciottoli. Anche se la nostra visita è avvenuto nel periodo estivo si è notata comunque la presenza di giovani che probabilmente venivano a visitare la struttura universitaria per eventualmente iscriversi. Sotto il profilo turistico molte sono le attrattive che probabilmente consiglierebbero una visita più approfondita.

PORTOGALLO: Porto (parte seconda)

La seconda città del Portogallo è stata una vera sorpresa: il centro storico pieno di locali, botteghe e negozi molto particolari. Una atmosfera vivace con una "movida" che spesso non ti consente di apprezzare appieno la città. Ho quindi, fatto un piccolo sacrificio alzandomi la mattina presto e fotografando Porto all'alba nel silenzio più assoluto con una luce veramente eccezionale. Non contento di ciò ho continuato a scattare anche al tramonto.

PORTOGALLO: Porto (parte prima)

La seconda città del Portogallo è stata una vera sorpresa: il centro storico pieno di locali, botteghe e negozi molto particolari. Una atmosfera vivace con una "movida" che spesso non ti consente di apprezzare appieno la città. Ho quindi, fatto un piccolo sacrificio alzandomi la mattina presto e fotografando Porto all'alba nel silenzio più assoluto con una luce veramente eccezionale. Non contento di ciò ho continuato a scattare anche al tramonto.