Uganda - Rwanda

UGANDA: La navigazione sul Nilo

In Africa non tutto può essere previsto. Questa foto ne è un esempio. Stavamo percorrendo il Nilo su una barca che definire fatiscente era dire poco. Eravamo in sei-sette persone e sopra di noi vi era un semplice telo per ripararci dal sole. Ad un tratto si è spento il motore e siamo rimasti in mezzo al fiume con il proprietario della barca che si affannava per cercare di riavviare il motore. Improvvisamente, mentre eravamo alla deriva, iniziava un temporale violentissimo.

RWANDA: I gorilla di montagna

L'incontro con i gorilla di montagna nel loro habitat naturale rimane certamente una esperienza indimenticabile. Questo scatto ne è la riprova in quanto il gorilla immortalato nella foto inizialmente era di spalle e non si era praticamente accorto del nostro arrivo, pur facendo parte di un gruppo abituato alla presenza dell'uomo. Avevo due macchine fotografiche: una tradizionale con rullino ed un'altra digitale. Ad un certo punto, non pensando alle conseguenze, essendo terminato il rullino, meccanicamente mettevo in funzione il meccanismo di riavvolgimento della pellicola.

Uganda - Rwanda

Viaggio nell'Africa centrale.
Itinerario: arrivo in aereo ad Entebbe/Kampala. Visita dello Ziwa Rhino Sanctuary ed arrivo al Murchinson Falls National Park. Nei giorni successivi visita del Kibale Forest National Park e del Queen Elisabeth National Park. Dopo aver fatto anche una escursione in barca nel Kazinga Channel si passa la frontiera con il Rwanda per la visita del Parc National des Volcans la cui maggiore attrazione sono certamente i gorilla di montagna. Infine visita della capitale Kigali e rientro in Italia.

UGANDA Kazinga Channel

Il Kazinga Channel unisce i due grandi laghi Edward e George. Questa incursione in barca ci ha permesso non solo di osservare gli animali ma anche le popolazioni locali.

UGANDA Queen Elisabeth National Park

Questo parco confina a nord con le Montagne della LUna e ad ovest con il Lago Edward. Vi è una morfologia del terreno molto variegata con paludi, vaste pianure ed avallamenti in cui vivono nel loro habitat naturale molte specie animali.

UGANDA Kibale Forest National Park

Questo parco è effettivamente il regno dei primati. Abbiamo osservato gli scimpanzè nei loro comportamenti quotidiani. Fotograficamente non è stato semplice scattare, sia per le condizioni di luminosità, sia per la lontananza e sia per la difficoltà di individuare gli esempleari nel fitto della giungla.

UGANDA Murchinson Falls

L'attrattiva dell'omonimo parco sono le cascate tumultuose che consentono al Nilo Vittoria di sfociare nel Lago Albert. Scoperte da Sir Samuel Baker furono così denominate in onore dell'allora presidente della Royal Geographical Society brittanica.

UGANDA Murchinson Falls National Park (parte terza)

L'animale più pericoloso per l'uomo in questa zona, si stenterebbe a crederlo, è l'ippopotamo. Questo pachiderma, all'apparenza innocuo, è il maggior responsabile di morte per l'uomo. Quando carica difficilmente ci sono possibilità di scampo. Come abbiamo già accennato in questo ambiente apparentemente ostile l'uomo sopravvivve, trasformando alcune zone per adattarle a piantagioni di the.

UGANDA Murchinson Falls National Park (parte seconda)

In questo ambiente così selvaggio è incredibile come l'uomo, pur consapevole dei numerosi rischi che corre, attende anche ad attività di routine come la pesca pur di sopravvivvere. La fauna in questa zona è veramente notevole per la presenza di grandi mammiferi.

UGANDA Murchinson Falls National Park (parte prima)

Questo parco è il più esteso dell'Uganda e si trova ad una altitudibe compresa tra i 500 metri ed i 1.290 metri sopra il livello del mare. E' una savana diversa da quella che siamo abituati a vedere nei documentari molto più verde meno arida rispetto a quella dell'Africa Orientale. Uno spettacolo soprattutto le giraffe che corrono in copiia all'alba: sembra quasi che danzino malgrado la mole.