BENIN Ganvier (parte prima)

Pur essendo la città palafitticola più grande d'Africa, con i suoi 18.000 abitanti dell'etnia Aizo, Ganviè è sicuramente un forziere di antiche tradizioni e abitudini secolari. Basti pensare alle capanne che sono costruite su pali di tek impiantati nel terreno e sono coperte da spessi strati di foglie. Per di più, gli indigeni come unico mezzo di trasporto utilizzano la piroga, barca con cui compiono qualsiasi attività ma con cui soprattutto vanno a pesca, attività che rappresenta per loro il più importante mezzo di sostentamento. La visione di queste piroghe che leggere fluttuano nell'acqua al levar del sole è sicuramente una delle immagini più suggestive di questa località. La perizia dei bambini nel condurre queste barche è veramente stupefacente. Altrettanto peculiare è poi lo scambio di merci che avviene su queste piroghe creando un vero e proprio mercato galleggiante.