Ghana - Togo - Benin

Ghana - Togo - Benin

Viaggio in Africa nera. Itinerario: arrivo in aereo ad Accra capitale del Ghana. Visita di Aburi e del suo giardino botanico nonchè della capitale.Visita del quartiere dei fabbricanti di sarcofagi "fantasy". Proseguimento per Elmina dove si trova uno dei castelli più importanti del periodo coloniale e della tratta degli schiavi. Visita del parco nazionale di Kakum sui ponti sospesi nella giungla. Partecipazione ad un funerale Ashanti. Visita di Kumasi e del suo mercato uno dei più pittoreschi dell'Africa. Partecipazione alla festa Akwasidae presso il palazzo reale di Kumasi.

GHANA Tamale (parte seconda)

La vita in questi villaggi è veramente primitiva anche se vissuta con grande dignità. L'uomo in queste realtà cerca di sfruttare le limitate risorse agricole per sopravvivere. Le condizioni igieniche sono veramente al limite se non proprio pessime. I bambini spesso vivono insieme agli animali con tutte le conseguenze per la loro salute.

GHANA Tamale (parte prima)

Spostandoci verso il nord del paese abbiamo incontrato al lato delle strade donne vestite con abiti molto colorati che offrivano frutta locale. Abbiamo visitato numerosi minuscoli villaggi tra i quali quelli appartenenti all'etnia Gondja. Poi le case rotonde con il tetto in paglia dei villaggi Dagomba e le streghe dei villaggi Konkomba. La stregoneria è una soluzione culturale per giustificare ciò che non è giustificabile: la morte di un giovane, una malattia improvvisa etc.... Considerate responsabili di tali eventi, queste donne vivono isolate come capri espiatori.

GHANA Kumasi (parte seconda)

Nella tradizione degli Ashanti alcune giornate sono chiamate "Akwasidae" e sono momenti cerimoniali presso la corte. Dopo le libagioni sui troni degli antichi re, organizzati in sale inaccessibili al pubblico, ha inizio la grande festa. Sotto un ombrello colorato siede il re, vestito di preziosi tessuti e adornato d'antichi gioielli d'oro massiccio (i gioielli e le maschere in oro Ashanti fanno parte dei capolavori dell'arte africana).

GHANA Kumasi (parte prima)

Capitale storica e morale del paese Ashanti, Kumasi fu fondata alla fine del XVI secolo. L'antico nome del Ghana era "Costa d'oro" dal prezioso metallo che l'aveva resa famosa presso i primi navigaqtori europei, ancora oggi il Ghana è un importante produttore d'oro di cui la regione Ashanti è molto ricca. Il re Ashanti, il suo palazzo e la sua corte hanno ancora oggi una grande influenza sulla popolazione ed il museo del palazzo reale conserva una bella collezione di gioielli ed insegne reali in oro.

GHANA Kakum National Park

Ciò che rende unico questo Parco Nazionale è il lungo ponte sospeso chiamato "canopy" che permette di ammirare la foresta dall'alto delle chiome degli alberi giganti.

GHANA Elmina (parte seconda)

Nei dintorni di Elmina particolari sono state le visite delle piantagioni di cacao, delle "fabbriche" di olio di cocco e perfino delle improvvisate distillerie di liquori. Ogni volta che il fuoristrada si fermava si avvicinavano donne con prodotti della terra da vendere.

GHANA Elmina (parte prima)

Il castello europeo più famoso, più antico e più grande d'Africa è quello di St. George d'Elmina. La storia di questa città inizia nel 1482 quando Cristoforo Colombo e Bartolomeo Diaz arrivarono con una dozzina di caravelle per costruire un castello sotto l'autorità portoghese. Da quel giorno un castello, un porto, un villaggio furono per cinque secoli in contatto con le popolazioni europee. Elmina è considerata dagli storici il primo punto di contatto fra europei ed Africa Nera. Il castello oggi è il risultato di lavori di Portoghesi, Olandesi ed Inglesi.

GHANA Accra

Accra è un'interessante metropoli africana che seppure in rapida evoluzione ha saputo conservare un'identità, che si riflette sia nei quartieri moderni che in quelli popolari dove si moltiplicano le attività tradizionali. Di particolare interesse il quartiere dei fabbricanti di sarcofagi "fantasy" che rappresentano animali, frutti, pesci, aerei... questi curiosi oggetti sono già stati esposti al palazzo di Boubourg a Parigi ed in varie mostre d'arte contemporanea negli Stati Uniti.

GHANA Aburi

Il giardino botanico di Aburi, costruito dagli inglesi durante l'epoca coloniale, è posto in cima ad una montagna, immerso nella foresta. Gli edifici dallo stile coloniale, gli alberi giganteschi e la nebbia quasi perenne ci trasportano in un'atmosfera fuori del tempo.